2 – UREI/Universal Audio 1176

Il compressore UREI/Universal Audio 1176

Il compressore UREI/Universal Audio 1176

Nel 1966, il fondatore di Universal Audio, Bill Putnam, ridisegnò il progetto del suo amplificatore di livellamento  175/176, utilizzando i FET al posto delle valvole. In tal modo creò la prima incarnazione del Peak Limiter del 1176, un pezzo hardware che sarà successivamente installato in quasi tutti gli studi professionali del mondo.

Il principale punto di forza di questo dispositivo a stato solido era il suo tempo di attacco ultraveloce: un sorprendente 20 μs. Non offre il controllo della soglia, ma solo regolazioni di input e output, con la quantità di compressione decisa dal livello di input.

Dal punto di vista del suono, il 1176 può essere molte cose, ma probabilmente è conosciuto ed apprezzato soprattutto per l’energia e la grinta di alta classe e la spinta musicale che conferisce alle tonalità medio-basse. Sicuramente è inadatto per tirare fuori una voce dal mix, ma funziona alla grande su qualsiasi altra cosa: cassa, rullante, synth e persino l’intero sub mix di batteria.

Oltre ai quattro rapporti standard selezionabili tramite pulsanti sul pannello frontale, gli ingegneri scoprirono presto un asso nella manica segreto (e non intenzionale) del 1176. Premendo contemporaneamente tutti e quattro i bottoni, l’unità si comportava in modo completamente diverso dal modo in cui Putnam intendeva, con risultati sorprendenti. L’elevato rapporto, spesso distorto, del risultato di questa modalità all buttons in (o brit) può rivelarsi esplosivo sulla batteria e aggressivo al basso.

Nella lunga storia del 1176, sono state commercializzate molte versioni hardware dell’originale, compresa la replica Warm Audio WA76, in vendita qui.  Naturalmente ne esistono anche molte edizioni software, dalle versioni ufficiali della Universal Audio, al compressore FET VC76 di Softube, al CLA-76 ed il Waves CLA76, in vendita qui.

Ancora oggi, se un compressore utilizza la parola FET in qualsiasi parte del suo nome, è probabile che sia ispirato almeno un po’ al 1176.